Jaguar
E-type, XK-E, XKE

  • Jaguar </br> E-type, XK-E, XKE
  • Jaguar </br> E-type, XK-E, XKE
  • Jaguar </br> E-type, XK-E, XKE

Jaguar
E-type, XK-E, XKE

| E-type, Jaguar, Restauri di auto d'epoca, Restauro carrozzeria, Restauro completo, Restauro interni, Restauro meccanica, Ricostruzione ricambi, Trasformazioni, X-ke, XKE
Provenienza

Inghilterra

Modello

Jaguar E-type, XK-E, XKE

Lavorazione

Restauro Completo

Jaguar---E-type-XKE-X-KE-1960---restauro-meccanica---completo-restauro-tappezzeria---Jaguar
Jaguar---E-type-XKE-X-KE-1960---restauro-meccanica---completo-restauro-tappezzeria---Jaguar
Jaguar---E-type-XKE-X-KE-1960---restauro-meccanica---completo-restauro-tappezzeria---Jaguar

La Jaguar E-Type, conosciuta anche come XK-E o anche XKE (anche se era questo il suo nome iniziale), fu prodotta dalla casa automobilistica britannica Jaguar dal 1961 al 1975. La E-Type fu una vettura rivoluzionaria per la progettazione, le caratteristiche di guida e l’estetica; era in anticipo sui tempi. Il suo prezzo era più basso di quello delle vetture pari classe della concorrenza e questo aiutò le vendite che, nei 14 anni nei quali rimase in produzione, arrivarono a 70.000 vetture. Nel 2004 la rivista statunitense Sports Cars International la mise al primo posto tra le Top Sport Cars degli anni sessanta.

La Jaguar E-Type Series 1 fu lanciata in versione coupé o FHC (Fixed Head Coupé) nel marzo del 1961 al Salone dell’Automobile di Ginevra. A poca distanza arrivò la E-Type Spider o OTS (Open Two Seater), con una capote in tela per proteggere i due occupanti dalle intemperie. Quando venne presentata la vettura impressionò tutti gli appassionati accorsi al Salone sia per la sua linea, straordinariamente bella ed elegante, che per le prestazioni di primo livello, si avvicinavano e a volte superavano le coeve Ferrari, Maserati e Aston Martin.

La vettura fu rivoluzionaria per la Jaguar perché abbandonava il classico telaio a longheroni e traverse delle precedenti vetture serie XK per una più moderna soluzione monoscocca con telaietto anteriore supplementare, con quest’auto la Jaguar anticipò tutti i costruttori di auto sportive e adottò per prima i freni a disco sulle 4 ruote servoassistiti Dunlop, già sperimentati in gara alla 24 Ore di Le Mans con la D-Type.

 

La linea fu un capolavoro di Malcom Sayer e di Sir William Lyons, ricca di curve così aggraziate ma allo stesso tempo muscolose e aggressive fu definita “La più bella del mondo” da Enzo Ferrari.

Jaguar E-type, X-ke, XKE

Arrivo in officina

Jaguar E-type, X-ke, XKE

Ricostruzione lamiere, telaio

Jaguar E-type, X-ke, XKE

Verniciatura

Jaguar E-type, X-ke, XKE

Restauro meccanico, motore

Jaguar E-type, X-ke, XKE

Montaggio

Le altre nostre lavorazioni